SURTECO Design Statements - l'anno 2020.

Che cosa succede quando una crisi globale scombina tutto e fa dirottare il mondo dalla sua orbita? Come faccio ad affrontare crisi, cambiamenti e la sensazione di incertezza? Quali opportunità posso vedere per me stesso, per chi mi circonda e per il mondo intero? E che effetto ha questo sullo stile degli spazi e, in termini molto concreti, sulle nuove tendenze dell’arredamento? 

Abbiamo raccolto dichiarazioni su questi temi dai colleghi SURTECO in Europa, Australia e Stati Uniti.

 

// Barabra Rui 

La vita in sé ha continuato ad ispirarmi anche in questo eccezionale anno 2020. Le persone, che vivono la loro vita, pensano al futuro e sognano.

 

La pandemia ha cambiato le nostre relazioni personali costringendoci ad astenerci dai contatti con altri esseri umani. Tuttavia, abbiamo individuato delle opportunità per promuovere le nostre amicizie, lavorare e rilassarci. Siamo tornati ad avere uno stile di vita all’antica che dà alla nostra esistenza un valore diverso ma che in realtà non cambia nulla.  Credo fermamente che questa pandemia stia arricchendo le nostre vite e che apprezzeremo tante cose molto di più in futuro. Riconosciamo che il tempo libero non significa semplicemente viaggiare per il mondo, ma possiamo anche goderci lo stare a casa e assaporare la nostra esistenza orientata alla famiglia.

Decorativi di tendenza per il tessile: Oxford, Tessuto, Haithabu

E, cosa più importante: non abbiamo smesso di pianificare il nostro futuro. A essere cambiati sono solo il modo e l’approccio al futuro. Questo significa che continuiamo a sviluppare nuovi decorativi e a seguire nuove tendenze. Per esempio, la ripresa dei viaggi su quattro ruote o i mobili innovativi per il relax che stiamo vedendo sempre di più. Questo nuovo bisogno di coccolarci e viziarci richiede colori caldi e decorativi tessili come Oxford, Tessuto o Haitabu. I legni eleganti e naturali cercano morbidi contrasti. Stiamo reinventando la nostra casa dei sogni, con eleganti decorativi in noce come San Marco o eccezionali legni fantasia. La nostra convinzione e la voglia di vivere sono fattori chiave in questo ambito.

 

// Artur Rybkowski

Durante questi tempi eccezionali, ci sono due cose che mi danno sostegno, ispirazione e rifugio: la mia famiglia e la natura.

La famiglia mi dà un senso di sicurezza, è la base di tutto anche nei momenti difficili. Inoltre, la natura mi sta insegnando molto. Basti pensare che si è rigenerata dopo ogni crisi e ha prodotto nuove manifestazioni. Quando sono in giro nella natura, ricarico le mie batterie e sono incoraggiato ad avere fiducia nel fatto che le crisi generano anche un cambiamento. La pandemia di coronavirus mi ha portato a riflettere molto sul concetto di “vicinanza”. L’effettiva vicinanza fisica alle persone è assente, ma le reti sociali stanno svolgendo un ruolo sempre più importante. I lockdown significano che stiamo pensando, pianificando e lavorando a livello locale. Per esempio, non viaggiano più e tendiamo a fare i nostri acquisti vicino a casa o su Internet. Noto una grande differenza nel mio lavoro, che è stato trasferito dal mondo reale a quello virtuale. Le videoconferenze sono ormai all’ordine del giorno. Per quanto riguarda lo sviluppo dei decorativi, mi aspetto che vedremo più texture e superfici calme, ben bilanciate e molto naturali. Questo descrive il desiderio delle persone che aspirano ad avere materiali calmi e naturali nella loro casa.

 

// Martin Failer

 Noto inoltre che le restrizioni stanno affinando la nostra prospettiva per ciò che è essenziale.

Dall’inizio della pandemia, le persone hanno trascorso molto più tempo a casa e hanno dovuto combinare home office e vita familiare sotto lo stesso tetto. Sono convinto che i mobili convertibili e smart avranno una ripresa. In generale, le persone investiranno più soldi nei loro spazi interni perché non sono più in grado di viaggiare tanto e vogliono avere una bella casa. Ci si concentrerà molto su terrazze e balconi, dove molte persone creeranno il loro piccolo resort privato per le vacanze. Nel mondo dei decorativi, mi aspetto una certa decelerazione per i cambiamenti di tendenza e nel numero di nuovi sviluppi. Si cercheranno decorativi senza tempo, facilmente combinabili e che non devono assolutamente essere percepiti come neutri e poco interessanti. Il cambiamento dalle tonalità di colore fredde e grigie e dall’arredamento purista è in arrivo e questo lascerà il posto a colori più caldi e stili più accoglienti. Nel settore dei colori solidi, le tonalità pastello si abbinano perfettamente. Le persone si sposteranno verso mobili di qualità superiore, in parte per ragioni ambientali.

 

// Susie Darrah

Storicamente, il design tende a ripetersi, solo che si ripete ogni volta prendendo una nuova vita. Questo concetto è stato anche una guida per i miei pensieri.

I social media, le riviste specializzate, i blog, le sfilate di moda e gli elementi organici del mondo naturale sono alcune fonti a cui mi sono affidato più del normale. Le immagini dei social media hanno un impatto enorme, scorrendo si vedono colori, motivi, texture e venature del legno. Le tendenze o i movimenti in una particolare direzione sono facilmente individuabili. Mi scambio ancora idee e spunti con colleghi designer, ma ora tutto si basa sull’interazione virtuale. Condividiamo gli schermi, parliamo solo di design. Essendo una persona così visiva, sto imparando ad ascoltare il mio intuito sul design. L’oscillazione verso la biofilia (l’amore per gli esseri viventi e la natura) è stata una grande influenza. Il bisogno e il desiderio di un design che porti l’esterno all’interno, sia nei modelli che nei colori, sono importanti. Le finiture speciali, come l’antiriflesso, la protezione antimicrobica e la durevolezza stanno diventando sempre più popolari. Tuttavia, avere di “gioia di vivere” è un istinto.  Come designer non possiamo mai perdere di vista questo aspetto durante il processo creativo. Il piacere visivo in ambienti che stimolano l’anima. Negli ultimi anni molti hanno cercato esperienze che arricchissero la loro vita. Ora lo spostamento si è orientato all’interno: come migliorare se stessi, fisicamente, emotivamente o spiritualmente.

 

// Phil Nankivell

L’ispirazione per me arriva in qualsiasi forma o dimensione. Solitamente riesco a trovare ispirazione attraverso i viaggi perché mi espongono a nuove culture, persone ed esperienze e sfidano anche alcuni dei miei presupposti più radicati.

Tuttavia, con i viaggi limitati del 2020, le nuove fonti di ispirazione arrivano da ogni dove: passeggiate nel mio quartiere, Instagram, guardando i miei due piccoli crescere e comunicando la loro interpretazione del mondo che li circonda, Pinterest, la fotografia, il design, l’architettura, gli interni e la moda. L’ispirazione proviene dalla conversazioni con i clienti, la famiglia, gli architetti e i designer. Tutto questo accade intorno a me, costantemente, e non devo nemmeno lasciare la mia città. Il Covid ha cambiato totalmente la nostra vita e soprattutto il modo in cui viviamo a casa.  Le cose più semplici come la nostra esperienza di base dello spazio e la nostra abituale mobilità sono state molto limitate.  In poco tempo, le nostre case si sono trasformate in un luogo di lavoro, di esercizio, di relax e anche di apprendimento a distanza: tutto sotto lo stesso tetto. Penso che questa sia stata la più grande influenza singola sulle tendenze del design di quest’anno e che continuerà anche nel prossimo. Dalla realtà della convivenza col Covid alla creazione di nuovi ambienti interni felici, nei prossimi anni assisteremo a cambiamenti significativi negli interni e nel design.  Gli uffici open space sono in via di estinzione.  Lo sviluppo dei prodotti dovrà allinearsi con le caratteristiche e i benefici sanitari ed espandersi oltre il semplice ‘bel design’ come già facciamo. La spesa dei clienti aumenterà nei progetti residenziali e i clienti saranno disposti a spendere di più per i loro progetti domestici.  Per combattere il senso di ansia e di agitazione che la pandemia ha causato nella maggior parte delle persone, penso che le tendenze dei colori saranno influenzate dal desiderio di infondere un senso di comfort e di rassicurazione. Il design biofilo sarà onnipresente.

 

// Pere Gómez Morell

Le restrizioni per uscire, i divieti di contatto con altre persone e l’obbligo di indossare mascherine: nessuno avrebbe mai immaginato che tutto ciò sarebbe diventato parte integrante delle nostre vite. Questa è una sfida enorme soprattutto per le persone come me in Spagna, dove amiamo passare il tempo con gli amici e la famiglia all’aria aperta.

Ora passiamo più tempo in casa di quanto abbiamo mai fatto prima d’ora. La nostra casa sta diventando il centro delle nostre vite. Di conseguenza, stiamo iniziando a sistemare le nostre case e i nostri appartamenti per renderli più comodi, più caldi e più eleganti. Aristocratici e calmi decorativi in rovere, frassino o noce stanno diventando sempre più popolari, mentre i legni rustici degli ultimi anni stanno scomparendo. Combinazioni armoniose che comprendono decorativi in pietra naturale, impressioni tessili e metalli preziosi stanno guadagnando popolarità. Conferiscono a ogni stanza un carattere speciale di benessere, come spazio di lavoro, punto di incontro familiare o oasi di rifugio. Una cosa positiva di questo anno eccezionale per me è che abbiamo imparato a prenderci cura delle nostre relazioni anche senza un abbraccio confortante, usando i media digitali. Come responsabile delle vendite, il mio lavoro prospera sui contatti personali e sulle presentazioni emotive ai clienti. Il coronavirus mi ha costretto ad adottare una mentalità completamente diversa. In una fase iniziale, abbiamo iniziato a registrare le nostre presentazioni di design e a trasmetterle in digitale. Ed è stato un successo. In tal modo siamo riusciti a rimanere vicini ai nostri clienti pur essendo a distanza.

 

altre
novità
 
Concetti abitativi a più stanze
 
SURTECO Design Statements - l'anno 2020.
 
Diament Meblarstwa 2021 - un nuovo riconoscimento per SURTECO